OCCUPAZIONE GIOVANILE È EMERGENZA NAZIONALE, OCCORRONO MISURE SHOCK

Aggiornato il: 9 giu 2020

I dati sull’occupazione giovanile presentati oggi sulle pagine di Repubblica da Linda Laura Sabbadini, Direttore centrale dell’Istat, forniscono un quadro drammatico sulla condizione dei giovani tra i 25 e i 34 anni, dimostrando impietosamente la cronica incapacità dell’Italia di investire sul futuro. Rispetto al 2008, i giovani italiani hanno perso 10 punti percentuali di occupazione, di cui 2 solo negli ultimi mesi, a causa dell’emergenza Covid. Sono numeri oggettivi, non opinioni di parte. Investire sull’occupazione giovanile con robusti sgravi fiscali e maggiore flessibilità nell’accesso al mondo del lavoro è una sfida strategica per il futuro dell’Italia. Occorre rendere il nostro Paese una nuova terra delle opportunità, una Silicon Valley del talento che valorizzi i nostri ragazzi più meritevoli e sappia attrarre menti brillanti anche dall’estero. Non c’è più tempo da perdere: è un’emergenza nazionale e servono urgenti misure shock.

Marco Bestetti





8 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti